E’ proprio da tutto lo splendore di Gradara che consigliamo di iniziare il viaggio in questa parte delle Marche in cui ci troviamo: tra Pesaro, Urbino e Fano verso l’entroterra che porta fino a Urbino, Fossombrone e Acqualagna.

Gradara è un borgo dalla potente cinta muraria (spettacolosa!) affacciata sul nostro mare Adriatico che da pochi giorni può anche vantare, tra i tanti riconoscimenti, anche quello di essere Borgo dei Borghi 2018 per la nota trasmissione televisiva il “Kilimangiaro” condotta da Camila Raznovich.

Come molti sapranno, ogni anno il Kilimangiaro attraversa l’Italia in cerca dei borghi più affascinanti e caratteristici d’Italia. Il Borgo dei Borghi 2018 è risultato essere Gradara. Il verdetto è stato annunciato domenica 1 aprile. I componenti della giuria:  la chef stellata Cristina Bowermann, lo storico dell’arte Philippe Daverio e il geologo Mario Tozzi. Il secondo e terzo posto se lo sono aggiudicati Castroreale, provincia di Messina e Bobbio nel piacentino.

Gradara, posizionata sulla riva destra del fiume Tavollo, merita sicuramente una visita. Ricordiamo anche che si fregia della Bandiera Arancione del Touring Club d’Italia. Celebre inoltre per un “peccato d’amore” che avvenne nella Rocca del borgo tra i giovani amanti Paolo e Francesca, evento narrato da Dante nell‘Inferno.

Gradara in tutto il suo splendore vista dalla collina e affacciata sul mare Adriatico